Mutui tasso fisso convenienti: ecco quali sono

Oggi i mutui tasso fisso convenienti rappresentano dei punti di riferimento molto importanti per chi vuole accedere al credito immobiliare.

Perché scegliere un mutuo a tasso fisso?

Perché scegliere dei mutui tasso fisso convenienti? Per il semplice fatto che, grazie alla politica monetaria della BCE, i tassi d’interesse risultano particolarmente bassi. La conseguenza principale è la crescita della richiesta di mutui a tasso fisso e di surroghe.

I piani interessanti al proposito sono numerosi e tra questi è possibile ricordare prima di tutto il mutuo a tasso fisso Inps ex Inpdap. Questo piano ipotecario, accessibile agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, permette di richiedere fino a 300.000€ per l’acquisto della prima casa.

Mutuo a tasso fisso Inps ex Inpdap: cosa sapere sugli interessi

Tra i mutui tasso fisso convenienti il piano ipotecario Inps è una delel alternative più vantaggiose. Cosa bisogna sapere sull’interesse? Che, in caso di scelta del piano a tasso fisso, è pari al 2,95%. Esiste anche un’opzione a tasso variabile, che i contraddistingue per un interesse calcolato sulla base dell’Euribor 6 mesi maggiorato di 200 punti base e su un lasso di tempo pari a 360 giorni.

Mutui vantaggiosi a tasso fisso: cosa offrono gli istituti di credito?

Nel novero dei mutui tasso fisso convenienti è possibile ricordare anche i prodotti messi a disposizione dai vari istituti di credito. Per entrare nel dettaglio dei singoli piani ipotizziamo la richiesta di 100.000€ e la scelta di un piano di ammortamento della durata di 20 anni (mutuo per l’acquisto della prima casa richiesto da un impiegato 35enne).

Prendendo in esame il mutuo a tasso fisso di Banca Intesa, si avrebbe una rata mensile pari a 496,47€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente all’1,80 e al 2,03%. Questo mutuo prevede spese di perizia e d’istruttoria pari rispettivamente a 320 e 400€.

Mutui a tasso fisso: altri piani da non perdere

Di mutui tasso fisso convenienti ne esistono molti altri. In questo novero è possibile includere anche il piano di Cariparma. Come funziona? Tenendo conto dei parametri sopra ricordati per quanto riguarda la durata del piano di ammortamento e l’entità del finanziamento, si avrebbe una rata pari a 501,16€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente all’1,90e al 2,06%.

Il tasso è calcolato sulla base del parametro IRS 20 anni ed è maggiorato di uno spread dello 0,80%). Questo piano di ammortamento prevede spese di perizia e d’istruttoria per 300 e 500€.

Concludiamo questa breve guida analizzando le caratteristiche del mutuo a tasso fisso di Credem che, tenendo conto sempre degli stessi punti di riferimento per valore del finanziamento e durata del rimborso, prevedrebbe una rata mensile di 502,10€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente all’1,92 e al 2,23%.

News Prestiti Personali Online 2016

Come rinegoziare un mutuo: guida al credito Come rinegoziare il mutuo: chi ne ha diritto Rinegoziare il mutuo può sembrare difficile, a volte impossibile, eppure è molto può semplice di quanto si possa pensare. A fare muro è il classico atteggiamento delle banche, rigoroso e conservativo. In compenso, però, il contesto normativo dà una grossa mano ai debitori che vorrebbero ridiscutere i termini. Il problema, quindi, è sapere cosa fare, co...
Mutui per consolidamento debiti: cosa sono e come richiederli I mutui per consolidamento debiti sono piani che hanno come principale obiettivo quello di aiutare chi ha più finanziamenti in corso ad accorparli tutti in un’unica rata con un solo riferimento per quanto riguarda il tasso d’interesse e i tempi di rimborso. Consolidamento dei debiti: quali istituti di credito offrono i mutui? Gli istituti di credito che mettono a disposizione mutui per consolida...
PrestiNuova: l’offerta specializzata nel credito al consumo PrestiNuova cessione del quinto: un’offerta competitiva Le offerte delle banche sono spesso variegate e coinvolgono prodotti di qualsiasi tipo. In questo panorama dopotutto abbastanza eterogeneo, spicca un istituto che ha deciso di specializzarsi in un ambito molto circoscritto. Un istituto che ha deciso di fare poco ma di farlo nel migliore dei modi. E’ PrestiNuova, società del Gruppo Banca Popo...
Prima casa in leasing: conviene più del mutuo? Introdotto dalla nuova Legge di Stabilità 2016, il leasing immobiliare abitativo consente al cliente di utilizzare un innovativo canale di finanziamento per acquistare la prima casa in leasing alternativamente al tradizionale mutuo ipotecario. Il leasing immobiliare abitativo è un interessante incentivo principalmente dedicato ai giovani che vogliono acquistare un’abitazione, disciplina che pre...
Prestiti Inpdap: finanziamenti agevolati Inps Prestiti Inpdap Inps: tassi agevolati I prestiti Inpdap rappresentano una delle forme di credito agevolate destinate ai dipendenti della pubblica amministrazione o pensionati ex Inpdap Inps. Finanziamenti che possono essere erogati dall’Istituto di Previdenza creditizia e sociale ma anche da banche convenzionate con l’ente Inps che consentono di ottenere comunque diverse agevolazioni rispetto ai ...

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: