Mutui tasso fisso convenienti: ecco quali sono

Oggi i mutui tasso fisso convenienti rappresentano dei punti di riferimento molto importanti per chi vuole accedere al credito immobiliare.

Perché scegliere un mutuo a tasso fisso?

Perché scegliere dei mutui tasso fisso convenienti? Per il semplice fatto che, grazie alla politica monetaria della BCE, i tassi d’interesse risultano particolarmente bassi. La conseguenza principale è la crescita della richiesta di mutui a tasso fisso e di surroghe.

I piani interessanti al proposito sono numerosi e tra questi è possibile ricordare prima di tutto il mutuo a tasso fisso Inps ex Inpdap. Questo piano ipotecario, accessibile agli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, permette di richiedere fino a 300.000€ per l’acquisto della prima casa.

Mutuo a tasso fisso Inps ex Inpdap: cosa sapere sugli interessi

Tra i mutui tasso fisso convenienti il piano ipotecario Inps è una delel alternative più vantaggiose. Cosa bisogna sapere sull’interesse? Che, in caso di scelta del piano a tasso fisso, è pari al 2,95%. Esiste anche un’opzione a tasso variabile, che i contraddistingue per un interesse calcolato sulla base dell’Euribor 6 mesi maggiorato di 200 punti base e su un lasso di tempo pari a 360 giorni.

Mutui vantaggiosi a tasso fisso: cosa offrono gli istituti di credito?

Nel novero dei mutui tasso fisso convenienti è possibile ricordare anche i prodotti messi a disposizione dai vari istituti di credito. Per entrare nel dettaglio dei singoli piani ipotizziamo la richiesta di 100.000€ e la scelta di un piano di ammortamento della durata di 20 anni (mutuo per l’acquisto della prima casa richiesto da un impiegato 35enne).

Prendendo in esame il mutuo a tasso fisso di Banca Intesa, si avrebbe una rata mensile pari a 496,47€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente all’1,80 e al 2,03%. Questo mutuo prevede spese di perizia e d’istruttoria pari rispettivamente a 320 e 400€.

Mutui a tasso fisso: altri piani da non perdere

Di mutui tasso fisso convenienti ne esistono molti altri. In questo novero è possibile includere anche il piano di Cariparma. Come funziona? Tenendo conto dei parametri sopra ricordati per quanto riguarda la durata del piano di ammortamento e l’entità del finanziamento, si avrebbe una rata pari a 501,16€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente all’1,90e al 2,06%.

Il tasso è calcolato sulla base del parametro IRS 20 anni ed è maggiorato di uno spread dello 0,80%). Questo piano di ammortamento prevede spese di perizia e d’istruttoria per 300 e 500€.

Concludiamo questa breve guida analizzando le caratteristiche del mutuo a tasso fisso di Credem che, tenendo conto sempre degli stessi punti di riferimento per valore del finanziamento e durata del rimborso, prevedrebbe una rata mensile di 502,10€, con TAN fisso e TAEG pari rispettivamente all’1,92 e al 2,23%.

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: