Prestiti pluriennali Inpdap per dipendenti e pensionati pubblici

I prestiti pluriennali Inpdap sono prodotti molto particolari, permettono a dipendenti e pensionati pubblici di conseguire liquidità a tassi agevolati. Ma quali le loro caratteristiche, come ottenerli e quali requisiti prevedono? Scopri tutte le risposte con la nostra guida.

Prestiti pluriennali: a chi si rivolgono

I prestiti pluriennali Inpdap sono finanziamenti destinati a dipendenti e pensionati pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. L’erogazione si verifica solo a condizione che la richiesta sia coerente con le finalità previste dal Regolamento Inps.

L’Inpdap non esiste più, per questo i prestiti pluriennali Inpdap sono erogati dall’Inps, che adesso cura le funzioni una volta gestite dall’Inpdap.

Requisiti d’accesso prestiti Inps Inpdap

L’aspirante mutuatario deve poter contare su quattro anni di anzianità di servizio e altrettanti di contributi corrisposti alla Gestione unitaria. È preferibile contare su un contratto a tempo indeterminato, ma l’accesso al credito è disponibile anche per chi è assunto a tempo determinato.

In quest’ultimo caso, però, il contratto di lavoro deve essere attivo per tutta la durata del finanziamento. Non solo. Il trattamento di fine rapporto va ceduto a titolo di garanzia.

Per quanto riguarda la durata, il mutuatario può scegliere tra due opzioni: quinquennale oppure decennale (60 o 120 rate mensili). Il rimborso scatta dal secondo mese successivo a quello di concessione.

Prestiti pluriennali Inpdap tassi di interesse

I prestiti pluriennali Inpdap sono basati su cessione del quinto, ciò significa che la rata non può superare 1/5 dell’assegno mensile netto. Il processo di rimborso avviene in automatico, con addebito su stipendio o pensione. Un vantaggio pratico per il debitore.

Per quanto riguarda il tasso di interesse, va considerato un tasso nominale annuo corrispondente al 3,50%. Vanno inoltre considerati spese di amministrazione (0,50%) e premio fondo rischi.

La richiesta di finanziamento va inoltrata in forma telematizzata, sfruttando i servizi online del portale Inps (inps.it), in particolar modo va impiegata la funzionalità “Domande web Prestiti Pluriennali”.

Prestiti Inpdap: le altre alternative

Vi ricordiamo che i prestiti pluriennali Inpdap sono solo una delle soluzioni a disposizione di dipendenti e pensionati pubblici. In caso di acquisto, costruzione o ristrutturazione della prima casa, questa categoria di richiedenti può ottenere i mutui Inps Inpdap.

Sono finanziamenti che permettono di conseguire fino a 300mila euro, a tassi agevolati. Se invece il richiedente ha bisogno di un finanziamento contenuto per far fronte a imprevisti legati alla quotidianità, può ottenere il Piccolo prestito Inpdap Inps.

Per maggiori in formazioni sui finanziamenti a tassi agevolati destinati a dipendenti e pensionati pubblici, vi consigliamo di visitare il portale inpdapprestiti.it

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: