Piccoli prestiti veloci 5 mila euro: requisiti e tassi

L’instabilità economica degli ultimi anni ha fatto sì che la domanda di piccoli prestiti veloci 5 mila euro aumentasse notevolmente soprattutto per le categorie di lavoratori precari che difficilmente riescono ad affrontare spese impreviste.

Piccoli prestiti veloci e facili: gli importi

I piccoli prestiti veloci 5 mila euro diventano indispensabili in caso di piccole richieste di liquidità utili a fronteggiare una spesa improvvisa, situazione che spesso mette in difficoltà il bilancio familiare e proprio per questo viene in soccorso di molti richiedenti.

I piccoli prestiti veloci sono dei finanziamenti che prevedono importi minimi che vanno da 1.000 euro fino ad un massimo di 5.000 euro, motivo per il quale vengono erogati da banche ed istituti di credito con molta più velocità.

Piccoli prestiti veloci senza garanzie: i tassi

I piccoli prestiti veloci 5 mila euro possono essere concessi a fronte della presentazione di alcune garanzia solide ad ottenere il finanziamento come il cedolino pensione, o tramite presentazione del modello CUD o la busta paga del lavoratore, ma essendo realmente piccoli gli importi possono essere concessi anche senza alcuna garanzia.

In caso di piccoli prestiti veloci i tassi di interesse possono variare a seconda delle garanzie presentate dal richiedente, a fronte di garanzie solide i tassi di interesse si aggirano intorno all’8 o il 10% mentre l’assenza di solide garanzie fa schizzare i tassi di interesse alle stelle raggiungendo il limite soglia stabilito per legge.

Tassi di interesse che risultano al limite soglia come stabilito per legge proprio a causa della mancata presentazione delle garanzie alla banca, necessariamente aumentando il rischio di insolvenza per il mancato rimborso del credito aumentano di conseguenza i tassi di interesse.

Nonostante però i tassi di interesse per i piccoli prestiti veloci 5 mila euro non siano particolarmente convenienti risultano essere una delle modalità di prestiti più richieste dai clienti.

Piccoli prestiti veloci a cattivi pagatori

Rispetto ai tradizionali finanziamenti concessi dalle banche i prestiti veloci per piccoli importi risultano essere una categoria di finanziamento più flessibile in quanto le banche tendono a concedere il capitale richiesto senza la presentazione delle dovute garanzie, ecco perché possono essere utili in caso di cattivi pagatori o protestati segnalati in Crif.

Categoria particolarmente delicata che difficilmente riesce ad ottenere la liquidità richiesta dalla banca sono proprio i cattivi pagatori o protestati, ai quali spesso viene negato l’accesso al credito a causa della negativa storia creditizia del richiedente.

Nel caso di cattivi pagatori però risulta impossibile accedere al credito se non si è in possesso di una busta paga a tempo indeterminato o senza la presentazione di un fideiussore, nonostante l’importo sia realmente esiguo come nel caso di piccolo prestito veloce.

Ma nel caso in cui il cattivo pagatore risulti in possesso delle garanzie necessarie a richiedere un piccolo prestito veloce 5 mila euro come la presenza di una busta paga mensile, potrà ottenere il capitale richiesto tramite cessione del quinto in questo modo il rimborso avverrà tramite addebito diretto che non potrà superare un quinto dello stipendio percepito.

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: